Jeannette G. Moretti (Caracas, 03 Luglio 1972) è un artista plastica radicata tra il Venezuela e l’Italia, che cominciò la sua esplorazione pittorica con elementi a spirali e astratti per poi fare il grande salto all’Arte Pop.


CARRIERA E STILE

Jeannette G. Moretti, è entrata nel mondo dell'arte da quando aveva quattro anni. Da allora, ha esplorato numerose tecniche come la serigrafia, l'incisione, l'acrilico, l'acquerello, i pastelli, l'olio, l'asfalto, lo smalto e tecniche miste.
Negli anni 80, lei studiò pittura presso l'Atelier dei Pittori ATEPIN in Venezuela. E poi continua la sua formazione artistica nello studio di Teresa Cid.
Tra 1989 e 1993, lei si è avventurata nello design grafico presso l’istituto di design IDD/Fundación Neumann, Venezuela. Poco dopo, si è trasferita negli Stati Uniti dove lavorò come editore di formatazione nel Crónica Newspaper, un giornale latino di Washington DC. Dopo diventò designer presso la società Professional & Scientific Associates (PSA), che organizza vari eventi. In PSA lei fa una transizione personale e professionale molto importante, diventando una organizzatrice di eventi certificata (Certified Meeting Professional (CMP)).
Il suo desiderio di vedere il mondo e sperimentare nuove avventure la portò in un tour di dodici anni di lavoro facendo dei vincoli con le personalità più riconoscibili e di spicco come i Presidenti degli Stati Uniti Bill Clinton e George W. Bush, il procuratore generale John Ashcroft, il cantante di rock e attivista Bono degli U2, l'attore e attivista Bill Cosby, il Vice Presidente Capo dello Stato Maggior Generale Peter Pace, ed il Vice Segretario della Difesa Paul Wolfowitz, tra gli altri.
Jeannette G. Moretti è stata anche co-fondatrice dell'organizzazione non-profit, Network of Latino Meeting Professionals (The Network); che è stata creata nel 2006 con l'obiettivo di ampliare l'impatto e la consapevolezza dei problemi legati agli organizzatori latini di eventi negli Stati Uniti.
Senza lasciare il suo lato creativo, è rimasta in contatto con il mondo artistico studiando scultura e fotografia presso il Corcoran Institute of Art y Torpedo Factory, costantemente partecipando a gare dell’Organizzazione degli Stati Americani (OAS) e dei suoi partner.
Dopo essere stata parte del mondo delle imprese per molti anni, Jeannette torna in Venezuela nel 2010, dove ha deciso di dedicarsi completamente all'arte.

Esposizioni

2015 Dualità. Most Wanted. Caracas,
2015 Dualità. Most Wanted. Miami, Stati Uniti
2015 Dualità. Most Wanted. Barcellona, ​​Spagna.
2015 Non stai solo. Sin Mordaza. Caracas, Venezuela.
2015 IV Asta NIDHOS. Coro, Venezuela.
2015 XI Asta FUNDANA. Caracas, Venezuela.
2014 I Asta Di Cuore. Caracas, Venezuela.
2014 X Asta FUNDANA. Caracas, Venezuela.
2014 III Asta NIDHOS. Coro, Venezuela.
2013Giorno Mondiale dell'Arte. Caracas, Venezuela.
2013INDIVIDUALE - Incontri. DAC. Caracas, Venezuela.
2013II Asta NIDHOS. Coro, Venezuela.
2013Zona Sud. Caracas, Venezuela.
2013Fiera Internazionale di Maracaibo dell'Arte e del'Antiquariato (FIAAM). Maracaibo, Venezuela.
2013I Asta, Fundación de Autismo en Voz Alta.
2012Arte moderna. Acarigua, Venezuela.
2012COMARTE (prima sala di arte di Baruta). Caracas, Venezuela.
2012INDIVIDUALE - Spirali. Tokesplace. Washington DC. USA.
2012Casa della Cultura di Baruta. Caracas, Venezuela.
2012Hatillarte. Caracas, Venezuela.
2012Fiera Internazionale di Maracaibo dell'Arte e del'Antiquariato (FIAAM). Maracaibo, Venezuela.
2005Art for Life. Organizzazione degli Stati Americani (OAS). Washington DC. USA.
2003Art for Life. Organizzazione degli Stati Americani (OAS). Washington DC. USA.
1993Esposizione di fotografia CORPI. Design Institute. Caracas, Venezuela.
1989Concorso di Pittura del Metro di Caracas. Caracas, Venezuela.
1986Esposizione AVES. Club Campestre Los Cortijos. Caracas, Venezuela.
1983Concorso di Pittura INAPET. 1° posto. Caracas, Venezuela.
1983Concorso di Pittura ATEPIN. 3° posto. Caracas, Venezuela.
1982Concorso di Pittura INAPET. Caracas, Venezuela.

 

Tema delle opere

Per Jeannette G. Moretti, le sue prime due serie - Astratti e Spirali - riflettono la ricerca della conoscenza interna, della connessione con l'universo, la crescita constante, il cambiamento continuo, l'infinito, il momento che non si ripete. Loro rappresentano una battaglia continua tra la luce e l'ombra del'essere umano.
Nel suo lavoro, lei invita a continuare quella ricerca della perfezione, dell'equilibrio, dell'accettazione, sottolineando che siamo perfetti con tutte le nostre imperfezioni.
Attualmente, l'artista preferisce la Pop Art, portando dal passato quei personaggi che le diverse generazioni ammiravano e mescolando la natura di ciascuno senza preoccuparsi.



TECNICA

Nelle prime serie, Astratti e Spirali, la tecnica artistica utilizzata era basata sull'uso di smalto su tela, con l'aiuto di diluente per sciogliere e realizzare miscele di colori che esprimono un senso di fluidità.
Dopo aver esplorato diversi materiali, l'artista si dedica allo stile della Pop Art e alla ricerca di altri materiali, come l'utilizzo della scansione di immagini che poi vengono collocati su superfici MDF, pannello di fibra a media densità, MDF e/o di tela e modificati con gli acrilici e verniciati per proteggere l'opera.

 

PREMI E RICONOSCIMENTI

1983 Concorso di Pittura INAPET. 1 ° posto. Caracas,
1983 Concorso di Pittura ATEPIN. 3 ° posto. Caracas,